Canti G.A.M.

«Siate ricolmi dello Spirito, intrattenendovi a vicenda con salmi, inni, cantici spirituali, cantando e inneggiando al Signore con tutto il vostro cuore, rendendo continuamente grazie per ogni cosa a Dio Padre, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo». (Ef 5, 18-20)

Quando un uomo sperimenta una grande gioia, non può tenerla per sé. Deve esprimerla, trasmetterla. (...) Il parlare non basta più. Egli deve cantare (Benedetto XVI).

I canti del Gam non sono parole di fantasia, ma sono Parola di Dio messa in musica e lodi mariane.

Don Carlo considerava molto importante cantare la Parola di Dio per la sua forza evangelizzatrice perchè,

come dice il profeta Isaia (55 , 10-11 ) 

«Come la pioggia e la neve scendono dal cielo
e non vi ritornano senza avere irrigato la terra,
senza averla fecondata e fatta germogliare,
perché dia il seme a chi semina
e il pane a chi mangia,
così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca:
non ritornerà a me senza effetto,
senza aver operato ciò che desidero
e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata».